mercoledì, luglio 16, 2008

Il portale di UniTO e alcune lievi incomprensioni

Oggi, dopo un po' che non lo facevo causa mancanza di necessità, ho provato a collegarmi al portale UniTO dell'Università degli Studi di Torino per vedere alcune cosucce.

Con grande rammarico devo ammettere che non sono andato oltre la schermata di login, come potete constatare dalla seguente immagine:


"Ahahah, chissà che browser ciucco usa quello scoppiato di d1s4st3r!!!" direte voi, ridacchiando e maliziosamente pensando che mi sia messo a pacioccare con lo user agent (cosa che peraltro ho più e più volte fatto per puro diletto), ed ecco invece cosa stavo usando, gnè gnè gnè:

Your User Agent is: Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686 (x86_64); it; rv:1.8.1.14) Gecko/20080404 Iceweasel/2.0.0.14 (Debian-2.0.0.14-0etch1)

Io non so che tipo di controlli abbiano fatto i beoti che hanno realizzato il suddetto portale (anche se un sospetto ce l'ho, ed è molto, molto raccapricciante...), ma spero si rendano conto, prima o poi, che se proprio decidono di costringere gli utenti ad usare un gruppo limitato e ben preciso di browsers, quantomeno sarebbe opportuno valutare il tipo di motore di rendering piuttosto del nome giocoso che un developer dà alla propria creatura (della serie: se si chiama "Firefox" vai avanti, altrimenti se si chiama "Iceweasel" o "Flock" o "Internet Exploder" blocca tutto perchè potrebbe essere un h4x0r brutto e cattivo che vuole diventare padrone del mondo).

8 commenti:

SouL ReBeL ha detto...

http://webapp.unito.it/ è una homepage di tomcat! lol
cmq se rompi le palle lo sistemano, è solo che hanno un sacco di incapaci tra i loro utenti.
Certo è che danno anche consigli del cazzo, ad esempio ti dicono prima di fare una iscrizione di: cancellare la cache, abilitare javascript, cookie e popup. Così la mia ragazza si era spaventata e ha aspettato me, io le ho detto, "non facciamo niente di tutto ciò", ed ha funzionato.
Quello di dire al client che non ce la fa è una cavolata chce fanno in molti. Al max fai un warning, ma prova ad andare avanti!

d1s4st3r ha detto...

Ma scherzi? E' una cosa troppo difficile, troppo dispendiosa, richiederebbe troppe risorse umane. E vale la pena dedicare tutti questi sforzi per uno stronzo come me che usa IceWeasel? E che cazzo è IceWeasel? Al mondo c'è solo Internet Explorer, per la miseria, e da poco qualche altra miserabile alternativa giusto per fare contento qualche nerd rompipalle.

Scherzi a parte, la situazione è veramente tragica.

frodo ha detto...

il portale dell'università di trento (esse3.unitn.it) lo mettono down sempre sotto esami. noi li dobbiam iscriverci entro3giorni prima dell'esame e dobbiamo guardarci i voti, comunicare coi prof, ecc... bello no? il mio blog sul server casalingo ha più uptime!!

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

Anonimo ha detto...

Ich wollte mit Ihnen reden. viagra preis viagra nebenwirkungen bluthochdruck [url=http//t7-isis.org]viagra bestellen[/url]